Mutuo Prima Casa Agevolazioni: Novità 2017

Lo Stato mette a disposizione degli italiani un mutuo che può raggiungere i 300 mila euro di finanziamento, per l’acquisto della prima casa.

 

Agevolazioni Acquisto Prima Casa: Mutuo Inps e Inpdap

 

Il mutuo verrà erogato dall’INPS, ente che ha assorbito l’INPDAP.
I finanziamenti prevedono diverse finalità tra cui l’acquisto della prima casa, con tassi di interessi molto competitivi, confrontati con le proposte di Banche ed Istituti finanziari.
Questi mutui sono riservati a una cerchia piuttosto limitata, possono richiederli lavoratori e pensionati, iscritti alla Gestione umanitaria autonoma delle prestazioni creditizie e sociali.
I lavoratori devono essere in servizio, ed in possesso di un contratto di lavoro a tempo indeterminato.

 

Mutuo Prima Casa Agevolazioni e Sconti: Importo Massimo Erogabile

 

L’importo massimo del mutuo non può superare i 300 mila euro, ed è ottenibile in caso di acquisto o costruzione della prima casa, ma non deve essere di lusso dal punto di vista delle categorie catastali.
Se si è già in possesso della prima casa il mutuo può essere richiesto per lavori di manutenzione e ristrutturazioni L’importo massimo richiedibile è di 150 mila euro e non può superare il limite del 40% del valore dell’abitazione, dimostrabile con attestato di perizia.

Richiesta Mutuo Prima Casa: Requisiti e Documentazione

La domanda di richiesta del mutuo deve essere inviata telematicamente, rispettando date prestabilite (i primi dieci giorni dei mesi di gennaio, maggio o settembre).
La documentazione di richiesta del credito essendo composta da diversi allegati, compresa una dichiarazione sostitutiva di atto notorio, necessita di una particolare attenzione nella formulazione.
Rivolgersi a uno studio commercialista potrebbe essere una buona soluzione, onde evitare una eventuale respinta della documentazione stessa.

 

Tassi Mutui Prima Casa 2017: Ultime Novità

 

Il tasso fisso di interesse applicato è del 2,95%, ma il mutuatario ha la possibilità di poter scegliere il tasso variabile, corrispondente all’Euribor a 6 mesi, computato su 360 giorni, maggiorato di 200 punti base.
E’ possibile richiedere la variazione del tasso di interesse, invertendo quella scelta in precedenza, ma per poter esercitare questa funzione è necessario che dal momento della sottoscrizione del mutuo, siano intercorsi due anni, questa opzione può essere esercitata una sola volta.

 

Agevolazioni Fiscali Prima Casa: News 2017

 

Nella finanziaria 2016 ci sono detrazioni IRPEF per chi compra casa direttamente dal costruttore.
Comprare la prima casa direttamente dal costruttore si entra nella possibilità di poter usufruire della detrazione IRPEF del 50% dell’iva versata, divisa in 10 rate di pari importo, scaricabili una rata all’anno, sulle dichiarazioni dei redditi degli anni a seguire.
Per poter usufruire di questo bonus l’immobile deve rientrare nella classe energetica A o B, (unità immobiliare con destinazione residenziale).
E’ possibile usufruire del 50% di detrazione IRPEF, anche su mobili di arredamento e grandi elettrodomestici, di classe non inferiore alla A+, (per i forni la A), l’acquisto deve essere effettuato nel periodo fra il 6 giugno 2013 al 31 dicembre 2016.

In previsione nella prossima legge di stabilità 2017, si vorrà abolire il pagamento della Tasi sulla prima casa, con l’eccezione sulle abitazioni di lusso (AI, A8 e A9). Per gli appartamenti dati in locazione, il proprietario è obbligato al pagamento del 90% della cifra,mentre l’inquilino è esentato dal rimanente 10%.