Mutuo Fondiario o Ipotecario: Differenze e Chi Può Richiederlo?

 

Mutuo Fondiario Tub: Introduzione

 

Il mutuo è un contratto reale con cui il concedente detto mutuante consegna al richiedente detto mutuatario una somma di danaro oppure una quantità di beni fungibili e l’altro contraente si obbliga a restituirla nelle forme previste dall’accordo. L’ipoteca è un diritto di garanzia a favore di un creditore su beni o diritti reali aventi ad oggetto immobili o mobili registrati di proprietà del debitore, oppure un terzo che funge da garante, con il quale ottenere una sicurezza, nel caso di insolvenza, con la vendita del medesimo bene garanzia del proprio credito. Nel caso di immobili parliamo di Mutui Fondiari e Mutui Ipotecari che hanno caratteristiche nell’erogazione, nella durata e del fine simili, ma anche differenti.

 

Definizione Mutuo Fondiario: Che Cos’è?

 

Il Mutuo Fondiario è un tipo di finanziamento che ha durata minima di un anno e massima di trent’anni e prevedere la stipula di un’ipoteca di primo grado sull’immobile concesso come garanzia per l’erogazione del credito. L’ipoteca di primo grado consente al mutuante di soddisfarsi sulla vendita forzosa del bene prima degli altri creditori non in possesso di un’ipoteca di pari grado. Solitamente essa riguarda una somma di danaro che non supera l’80% del valore dell’immobile come indicato nella stipula del contratto di compravendita, tuttavia il mutuatario può fornire ulteriori garanzie ed ottenere il 100% del finanziamento. Riguarda l’acquisto, la costruzione o la ristrutturazione dell’immobile, utile e richiesto per chi vuole comprare la prima casa, con tassi di interesse convenienti. I presupposti e caratteristiche di questo mutuo sono:

  • Il contratto dev’essere stipulato con un istituto bancario
  • Il contratto non deve avere durata inferiore ad un anno e non superiore a trent’anni
  • L’ipoteca a garanzia della restituzione del debito dev’essere di primo grado
  • Riguarda l’acquisto della prima casa, la sua costruzione o la ristrutturazione
  • Solitamente, in mancanza di ulteriori garanzie, viene elargito l’80% del valore dell’immobile
  • Minori spese notarili
  • Tassi d’interesse minori
  • Riduzione del valore dell’ipoteca iscritta corrispondente alla diminuzione del rimborso
  • Mutuo Ipotecario

Il Mutuo Ipotecario riguarda un finanziamento che ha durata minima di cinque anni e massima di venti, prevedere un’ipoteca sull’immobile fornente garanzia per la restituzione del debito. Riguarda l’acquisto della prima casa, la ristrutturazione, la costruzione e l’ottenimento di liquidità. Questo tipo di mutuo, per cui, ricomprende i presupposti del Mutuo Fondiario, ma anche quello edilizio, consentendo, pure, al richiedente la possibilità di fornire un’immobile come garanzia per avere una somma di danaro da utilizzare per altri scopi. Il vantaggio di questo tipo di mutuo è la sua erogazione per motivi diversi dall’acquisto, costruzione o ristrutturazione dell’immobile.

 

Mutuo Fondiario e Ipotecario: Qual è la Differenza?

 

Con entrambi i tipi di mutuo la banca, il mutuante, ed il richiedente, il mutuatario, stipulano un contratto reale avente ad oggetto l’erogazione di una somma di danaro avente come garanzia un’immobile. Il debitore si impegna alla restituzione della somma ottenuta con il pagamento di tassi di interesse diversi a seconda del mutuo richiesto, con rate mensili, bimestrali, trimestrali, quadrimestrali oppure annuali. In entrambi i mutui la banca ha un diritto reale di valersi sull’immobile, espropriandolo e vendendolo, nel caso in cui il debitore non adempia ai propri obblighi. Il tasso d’interesse può essere a rata fissa, cioè uguale per tutta la durata del mutuo, oppure a tasso variabile, per cui la rata è soggetta a variazioni legate alle modifiche previste nel contratto. La differenze dei due tipi di mutui sono:

  • La durata. Mutuo Fondiario da uno a trent’anni, quello Ipotecario da cinque a venti.
  • Entrambi possono venire elargiti per l’acquisto, costruzione e ristrutturazione, tuttavia quello Ipotecario può riguardare anche altre motivazioni.
  • I tassi d’interesse sono diversi, dipendenti dalla somma richiesta e dalla durata del mutuo. Quello Ipotecario, essendo limitato a venti anni, sarà meno conveniente dell’altro.
  • L’ipoteca iscritta da Mutuo Fondiario è sempre di primo grado.
  • Entrambi prevedono l’estinzione anticipata, ma quello Fondiario consente vantaggi maggiori rispetto a quello Ipotecario.